Coaching

IL COUNSELOR CON FORMAZIONE NELLA PRATICA DEL COACHING

Etimologicamente la parola “Coach” ci rimanda al carro/carrozza, il primo veicolo atto a trasportare una persona o un gruppo di persone da un luogo di partenza a quello desiderato.

In tempi più recenti, il concetto di coaching ha assunto un significato più ampio e generalizzato, emergendo come metodo di formazione più efficace dei tradizionali.

La Psicologia del Coaching intende la pratica come  “un processo volto a migliorare il benessere e le prestazioni in ambito personale/professionale e per cui orientato all’obiettivo, non al problema”

Il coaching quindi, nel rispetto del suo tradizionale significato, si presenta come una metodologia fortemente incentrata al risultato, focalizzandosi sia sulle azioni, sia sugli aspetti relazionali-comunicativi.

La formazione nella pratica del Coaching, presente nel percorso di Counseling,  si  inserisce nel quadro più generale delle  competenze del Couselor, già esperto professionista di comunicazione e relazione.

Il secondo anno del Master, dedicato alla pratica del Coaching, consentirà di

  • apprendere le basi teoriche della psicologia positiva
  • applicare la psicologia positiva in diversi contesti
  • creare un piano d’azione in vista del raggiungimento dell’obiettivo 

Il counselor con formazione in coaching disporrà quindi di una serie di strumenti  relativi all’intervento di coaching secondo il modello integrato , atti a supportare la persona nel raggiungimento degli obiettivi autodeterminati, utili ad operare nell’ambito delle relazioni .

 La particolare attenzione  riservata in aula agli aspetti individuali e di gruppo favorirà l’esercizio delle competenze e  delle potenzialità personali.

Contenuti:

  • I fondamenti della pratica del coaching
  • La relazione professionista-cliente
  • La comunicazione professionista-cliente
  • Applicazione del modello: mappa della sessione di coaching
  • Esplorazione della domanda ed identificazione delle risorse in vista del raggiungimento degli obiettivi
  • Intervento sulle potenzialità e sull’autoefficacia del cliente
  • Strumenti di esplorazione
  • Analisi e sviluppo del contratto
  • Action planning
  • Le tecniche di intervento del modello integrativo
Inizio pagina